logo

Sunday 26th of February 2017

feed-image Feed Entries
Home
Federscherma Puglia
Ramona Cataleta, Rosanna Fermo e quei figli in pedana PDF  | Stampa |
Venerdì 24 Febbraio 2017 19:19

Raccontate la storia della Vostra società.
Ramona Cataleta “La Associazione Dilettantistica Scherma Trani è stata fondata nel 2002, grazie all’impegno di genitori che hanno deciso di intraprendere l’avventura dirigenziale per la costituzione di una società di scherma, esperienza nuovissima in quel territorio. Io ci sono arrivata nel 2003. Da allora abbiamo sempre cercato di lavorare con impegno per ben figurare nei confronti delle altre società pugliesi: nel giro di tre anni abbiamo iniziato a costruire i primi atleti vincendo dapprima prove regionali, poi interregionali fino ad arrivare al 2008 con il titolo italiano categoria Bambine di Margherita Pappolla. Atleti rappresentativi sono stati Alessandro Donno, Giuseppe Mongelli, Adriana Lattanzi, Lorenzo Iadaresta, Biagio Capurso, Sveva D'Assisti con numerosi podi nazionali e Francesca Pasquadibisceglie, vincitrice di prove nazionali. Tra i più piccoli sono poi emersi Marco Pellegrino, Daniel Mascolo e Aleida Di Donato”.
Rosanna Fermo “L’Accademia Scherma Bari, presieduta da Oronzo Picci, nasce tre anni fa ma porta con sé una storia lunga decenni. Io sono responsabile di sala ed ho ormai alle spalle 50 anni di carriera, prima come atleta poi come tecnico d’armi. La scherma è nel sangue di tutta la mia famiglia: ho iniziato a gareggiare ad appena 5 anni col Barion conquistando numerose finali nazionali ma assieme a me anche i miei tre fratelli hanno praticato questo sport: fra di essi, Attilio ha conquistato anche un titolo mondiale. Ai tempi del Circolo Barion siamo cresciuti sotto l’ala protettrice del Maestro Mastrapasqua ed il destino ha voluto che fossi proprio io a riportare la scherma a Bari, prima sotto l’egida della Terza Regione Aerea poi proprio coi colori del Barion. Tre anni fa c’è stata la scelta importante di cambiare per dedicarmi di più alle esigenze dei miei ragazzi e così è stata fondata l’Accademia, grazie alla passione di alcuni genitori: ora vantiamo 50 iscritti ed una sede centralissima presso il Prestigioso Palacarrassi”.
La stagione schermistica sta per entrare nella fase cruciale: quali sono i vostri obiettivi?
CataletaCentrare podi nazionali ai Campionati Italiani di Riccione, mantenere la squadra di sciabola maschile in A2 e far risalire la femminile dalla B1 in A2. Vorremmo poi qualificare atleti cadetti alla fase nazionale di Cagliari”.
Fermo “Il mio impegno per il futuro si basa su due pilastri: continuare a crescere i ragazzi che mi hanno sempre seguito, formandoli anche per ricoprire ruoli all’interno della Società, oltre a ripartire dalla base coltivando il team di 30 piccoli atleti che da poco si sono approcciati a questa disciplina”.

Nella tua carriera da Maestro hai aiutato a sbocciare numerosi talenti: cosa si prova nell’accompagnare a livello umano  l'evoluzione in ambito sportivo di questi ragazzi?
Cataleta “è un'esperienza impagabile, che quando arriva risarcisce di tutte le fatiche. Quando dico di cosa mi occupo non stento mai a sottolineare la fortuna che ho nel lo svolgere un lavoro che mi piace e che mi appaga. Gli atleti diventano quasi figli ai quali cerco di trasmettere, prima dell'ambizione, la correttezza, il rispetto e la voglia di confronto che questo sport ci pone come limite da superare. Se non ho voglia di confrontami ho già perso ed è la più grande pecca di uno schermidore, a mio avviso”.
Fermo “Ho ottenuto tanti risultati in questi anni, sfiorando il titolo italiano col secondo posto di Giulia Di Turi, raggiungendo molte finali nel Gran Prix, un titolo italiano a squadre con Avella, Iodice, Carofiglio e Capuano, ho cresciuto ragazzi di interesse nazionale che sono stati convocati tra gli Azzurrini e per i Giochi del Mediterraneo. Inoltre, ho fatto crescere dal punto di vista schermistico anche mia figlia, Valentina Brigida, che ha disputato diverse finali nazionali, ha partecipato a soli 15 anni agli Assoluti e adesso è arbitro nazionale. Il mio motto è: Ciò che una Maestra scrive sulla lavagna della vita non potrà mai essere cancellato; così nella scuola e così nello sport”.

Ultimo aggiornamento Sabato 25 Febbraio 2017 19:15
Leggi tutto...
 
Cinque team pugliesi di scena a Casale Monferrato per i Campionati a Squadre PDF  | Stampa |
Venerdì 24 Febbraio 2017 13:28

Saranno cinque i club pugliesi impegnati presso il Palafiere di Casale Monferrato in occasione dei campionati a squadre di serie B e C. Due le compagini nella spada, entrambe delle Lame Azzurre Brindisi: la maschile, nel campionato di Serie B1, con Pietro Rinaldi, Federico Alfonso Rodia ed Antonio Salatino, e le spadiste Mariella Gigliola, Miriana Morciano, Dalila Rinaldi e Chiara Spedicato, impegnate nel torneo di C1. Nel fioretto, il Circolo Schermistico Dauno, con Ludovica Di Mola, Elisa Anna Lombardo, Zoe Marinaro ed Asia Maria Sanguedolce nella B2; nella serie C maschile figurano Club Scherma Bari (Marcello Bari, Andres Marcel Carrillo Ayala, Francesco Fiore e Roberto Ronzulli) e Circolo Schermistico Dauno (Antonio Cagnazzo, Emidio Rinaldi, Fabio Savino e Marco Virgilio). In bocca al lupo ai nostri team impegnati in Piemonte!

Ultimo aggiornamento Venerdì 24 Febbraio 2017 13:43
 
Tanta Puglia nelle convocazioni per Plovdiv! PDF  | Stampa |
Venerdì 24 Febbraio 2017 11:07

Nelle convocazioni per i Campionati Europei Giovani e Cadetti in terra bulgara a Plovdiv, dal 28 febbraio al 9 marzo. Sono quattro, tutti per la categoria Cadetti, gli atleti della nostra regione designati dai commissari d’arma per difendere i colori azzurri nella rassegna nei Balcani: si tratta della sciabolatrice Gaia Carella, degli spadisti Giulio Gaetani e Pietro Rinaldi e del fiorettista Francesco Pio Iandolo (gli ultimi due in qualità di riserve), con il fisioterapista Andrea Caldarulo. A tutti loro un affettuoso in bocca al lupo da parte del Presidente del Comitato Regionale Matteo Starace e di tutto il Consiglio, con l’augurio di portare in alto il vessillo Tricolore!

Ultimo aggiornamento Venerdì 24 Febbraio 2017 17:38
 
Master, Nicassio vince a Busto Arsizio; sul podio Tranquillo, Lo Muzio e Nicastro PDF  | Stampa |
Mercoledì 22 Febbraio 2017 17:48

Pochi ma buoni gli atleti pugliesi in gara a Busto Arsizio per la quarta tappa del circuito nazionale Master. Il miglior risultato lo ha ottenuto Davide Nicassio, lo sciabolatore barese ora in forza al Club Scherma Torino, che ha letteralmente dominato la categoria 0: primo dopo la fase a gironi, ha messo in riga Luca Drago del Petrarca Padova per 10-4, Lorenzo Zanellato sempre del Petrarca Padova per 10-1, Marco Festa (Brianza Scherma) per 10-6 ed in finale Giorgio Fiume (Pro Patria Milano) ancora per 10-6.  Nicassio ha preso parte anche alla gara di fioretto dove è giunto 13°, fermato per 10-4 negli ottavi di Francesco La Torre (Scherma Treviso), poi finalista. La sciabola ha regalato alla Puglia altri tre podi, due in campo femminile ed uno dai tabelloni maschili, tutti e tre targati Circolo Schermistico Dauno: terzo posto nella categoria 0 per Aurelia Anna Tranquillo che ha eliminato nei quarti Anna Bonamigo (Club Scherma Valdagno) per 10-4 ma si è fermata in semifinale contro Eleonora Schiappa (Farnesiana Parma), impostasi per 10-3 e poi vincitrice della gara. Terzo posto anche per Gabriella Lo Muzio nella categoria 2: vittoriosa all’ultima stoccata nei quarti su Nicoletta Villanova delle Lame Gialloblu, ha avuto anche lei sfortuna di pescare in semifinale l’atleta destinata a vincere la prova e cioè Maria Teresa Giordano (Giardino Milano), soccombendo col punteggio di 10-6.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 22 Febbraio 2017 18:02
Leggi tutto...
 
Grande successo per la prima edizione di Apulia Masterclass: i vincitori della Crystal Cup PDF  | Stampa |
Mercoledì 22 Febbraio 2017 16:42

Un successo ampiamente annunciato, confermato da notevoli riscontri per la prima edizione di Apulia Masterclass, il progetto di cooperazione internazionale promosso dal Club Scherma Bari che ha visto la partecipazione di circa cinquanta atleti provenienti da diversi club italiani e stranieri. Lo stage formativo si è avvalso della guida dei Maestri Andres Carrillo Ayala nella spada e Jesus Riano Torres nel fioretto con la collaborazione tecnico-organizzativa di Pasquale Capuano, schermidore pugliese attualmente in forza al London Fencing Club. Tra le Società rappresentate, oltre al Club Scherma Bari, altri tre club pugliesi (Club Scherma Lecce, Lame Azzurre Brindisi e Club Scherma Taranto), altri cinque provenienti da altre regioni (Scherma Corigliano, Club Scherma Cosenza, Club Scherma Alfa, Club Scherma Pescara e Circolo Schermistico Matera) ed una nutrita rappresentativa del London Fencing Club con atleti di nazionalità britannica, canadese, tedesca e brasiliana. La giornata conclusiva ha visto la disputa della prima edizione della Crystal Cup: i vincitori sono stati Jesus Riano Torres del Club Scherma Bari e Jessica Zhang del London Fencing Club nel fioretto, Andres Carrillo Ayala del Club Scherma Bari e Luisa Di Ciaula del Club Scherma Lecce nella spada. In fondo, sono pubblicate le classifiche finali delle quattro prove. Ai quattro vincitori sarà inviato un voucher del valore di 100 euro per l'acquisto di un biglietto aereo per Londra per partecipare alla seconda edizione della Crystal Cup. Il trofeo verrà custodito dal Club Scherma Bari ed inviato a Londra per la prossima edizione, che si svolgerà nel mese di giugno 2017: l’appuntamento è stato presentato in occasione della serata di gala tenutasi all'Hotel Palace di Bari alla presenza del Presidente Coni Puglia Elio Sannicandro, del Componente della Commissione di Garanzia Federale e della Commissione Disciplinare FIE Luigi Roca e del Delegato Provinciale di Bari Andrea Vernaleone. Una bellissima iniziativa che merita il plauso incondizionato del Presidente del Comitato Regionale Matteo Starace e dell’intero Consiglio, dimostrando una volta ancora la grande vitalità della scherma pugliese.

Classifiche finali crystal cup 2017

Ultimo aggiornamento Mercoledì 22 Febbraio 2017 18:03
 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 1 di 125

FIS Puglia News

Previous Succ.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
Ramona Cataleta, Rosanna Fermo e quei figli in pedana

Raccontate la storia della Vostra società.
Ramona Cataleta “La Associazione Dilettantistica Scherma Trani è stata fondata nel 2002, grazie all’impegno di genitori che hanno deciso di intraprendere l’avventura dirigenziale per la costituzione di una società di scherma, esperienza nuovissima in quel territorio. Io ci sono arrivata nel 2003. Da allora abbiamo sempre cercato di lavorare con impegno per ben figurare nei confronti delle altre società pugliesi: nel giro di tre anni abbiamo iniziato a costruire i primi atleti vincendo dapprima prove regionali, poi interregionali fino ad arrivare al 2008 con il titolo italiano categoria Bambine di Margherita Pappolla. Atleti rappresentativi sono stati Alessandro Donno, Giuseppe Mongelli, Adriana Lattanzi, Lorenzo Iadaresta, Biagio Capurso, Sveva D'Assisti con numerosi podi nazionali e Francesca Pasquadibisceglie, vincitrice di prove nazionali. Tra i più piccoli sono poi emersi Marco Pellegrino, Daniel Mascolo e Aleida Di Donato”.
Rosanna Fermo “L’Accademia Scherma Bari, presieduta da Oronzo Picci, nasce tre anni fa ma porta con sé una storia lunga decenni. Io sono responsabile di sala ed ho ormai alle spalle 50 anni di carriera, prima come atleta poi come tecnico d’armi. La scherma è nel sangue di tutta la mia famiglia: ho iniziato a gareggiare ad appena 5 anni col Barion conquistando numerose finali nazionali ma assieme a me anche i miei tre fratelli hanno praticato questo sport: fra di essi, Attilio ha conquistato anche un titolo mondiale. Ai tempi del Circolo Barion siamo cresciuti sotto l’ala protettrice del Maestro Mastrapasqua ed il destino ha voluto che fossi proprio io a riportare la scherma a Bari, prima sotto l’egida della Terza Regione Aerea poi proprio coi colori del Barion. Tre anni fa c’è stata la scelta importante di cambiare per dedicarmi di più alle esigenze dei miei ragazzi e così è stata fondata l’Accademia, grazie alla passione di alcuni genitori: ora vantiamo 50 iscritti ed una sede centralissima presso il Prestigioso Palacarrassi”.
La stagione schermistica sta per entrare nella fase cruciale: quali sono i vostri obiettivi?
CataletaCentrare podi nazionali ai Campionati Italiani di Riccione, mantenere la squadra di sciabola maschile in A2 e far risalire la femminile dalla B1 in A2. Vorremmo poi qualificare atleti cadetti alla fase nazionale di Cagliari”.
Fermo “Il mio impegno per il futuro si basa su due pilastri: continuare a crescere i ragazzi che mi hanno sempre seguito, formandoli anche per ricoprire ruoli all’interno della Società, oltre a ripartire dalla base coltivando il team di 30 piccoli atleti che da poco si sono approcciati a questa disciplina”.

Nella tua carriera da Maestro hai aiutato a sbocciare numerosi talenti: cosa si prova nell’accompagnare a livello umano  l'evoluzione in ambito sportivo di questi ragazzi?
Cataleta “è un'esperienza impagabile, che quando arriva risarcisce di tutte le fatiche. Quando dico di cosa mi occupo non stento mai a sottolineare la fortuna che ho nel lo svolgere un lavoro che mi piace e che mi appaga. Gli atleti diventano quasi figli ai quali cerco di trasmettere, prima dell'ambizione, la correttezza, il rispetto e la voglia di confronto che questo sport ci pone come limite da superare. Se non ho voglia di confrontami ho già perso ed è la più grande pecca di uno schermidore, a mio avviso”.
Fermo “Ho ottenuto tanti risultati in questi anni, sfiorando il titolo italiano col secondo posto di Giulia Di Turi, raggiungendo molte finali nel Gran Prix, un titolo italiano a squadre con Avella, Iodice, Carofiglio e Capuano, ho cresciuto ragazzi di interesse nazionale che sono stati convocati tra gli Azzurrini e per i Giochi del Mediterraneo. Inoltre, ho fatto crescere dal punto di vista schermistico anche mia figlia, Valentina Brigida, che ha disputato diverse finali nazionali, ha partecipato a soli 15 anni agli Assoluti e adesso è arbitro nazionale. Il mio motto è: Ciò che una Maestra scrive sulla lavagna della vita non potrà mai essere cancellato; così nella scuola e così nello sport”.

Read more
Cinque team pugliesi di scena a Casale Monferrato per i Campionati a Squadre

Saranno cinque i club pugliesi impegnati presso il Palafiere di Casale Monferrato in occasione dei campionati a squadre di serie B e C. Due le compagini nella spada, entrambe delle Lame Azzurre Brindisi: la maschile, nel campionato di Serie B1, con Pietro Rinaldi, Federico Alfonso Rodia ed Antonio Salatino, e le spadiste Mariella Gigliola, Miriana Morciano, Dalila Rinaldi e Chiara Spedicato, impegnate nel torneo di C1. Nel fioretto, il Circolo Schermistico Dauno, con Ludovica Di Mola, Elisa Anna Lombardo, Zoe Marinaro ed Asia Maria Sanguedolce nella B2; nella serie C maschile figurano Club Scherma Bari (Marcello Bari, Andres Marcel Carrillo Ayala, Francesco Fiore e Roberto Ronzulli) e Circolo Schermistico Dauno (Antonio Cagnazzo, Emidio Rinaldi, Fabio Savino e Marco Virgilio). In bocca al lupo ai nostri team impegnati in Piemonte!

Read more
Tanta Puglia nelle convocazioni per Plovdiv!

Nelle convocazioni per i Campionati Europei Giovani e Cadetti in terra bulgara a Plovdiv, dal 28 febbraio al 9 marzo. Sono quattro, tutti per la categoria Cadetti, gli atleti della nostra regione designati dai commissari d’arma per difendere i colori azzurri nella rassegna nei Balcani: si tratta della sciabolatrice Gaia Carella, degli spadisti Giulio Gaetani e Pietro Rinaldi e del fiorettista Francesco Pio Iandolo (gli ultimi due in qualità di riserve), con il fisioterapista Andrea Caldarulo. A tutti loro un affettuoso in bocca al lupo da parte del Presidente del Comitato Regionale Matteo Starace e di tutto il Consiglio, con l’augurio di portare in alto il vessillo Tricolore!

Read more
Master, Nicassio vince a Busto Arsizio; sul podio Tranquillo, Lo Muzio e Nicastro

Pochi ma buoni gli atleti pugliesi in gara a Busto Arsizio per la quarta tappa del circuito nazionale Master. Il miglior risultato lo ha ottenuto Davide Nicassio, lo sciabolatore barese ora in forza al Club Scherma Torino, che ha letteralmente dominato la categoria 0: primo dopo la fase a gironi, ha messo in riga Luca Drago del Petrarca Padova per 10-4, Lorenzo Zanellato sempre del Petrarca Padova per 10-1, Marco Festa (Brianza Scherma) per 10-6 ed in finale Giorgio Fiume (Pro Patria Milano) ancora per 10-6.  Nicassio ha preso parte anche alla gara di fioretto dove è giunto 13°, fermato per 10-4 negli ottavi di Francesco La Torre (Scherma Treviso), poi finalista. La sciabola ha regalato alla Puglia altri tre podi, due in campo femminile ed uno dai tabelloni maschili, tutti e tre targati Circolo Schermistico Dauno: terzo posto nella categoria 0 per Aurelia Anna Tranquillo che ha eliminato nei quarti Anna Bonamigo (Club Scherma Valdagno) per 10-4 ma si è fermata in semifinale contro Eleonora Schiappa (Farnesiana Parma), impostasi per 10-3 e poi vincitrice della gara. Terzo posto anche per Gabriella Lo Muzio nella categoria 2: vittoriosa all’ultima stoccata nei quarti su Nicoletta Villanova delle Lame Gialloblu, ha avuto anche lei sfortuna di pescare in semifinale l’atleta destinata a vincere la prova e cioè Maria Teresa Giordano (Giardino Milano), soccombendo col punteggio di 10-6.

Read more
Grande successo per la prima edizione di Apulia Masterclass: i vincitori della Crystal Cup

Un successo ampiamente annunciato, confermato da notevoli riscontri per la prima edizione di Apulia Masterclass, il progetto di cooperazione internazionale promosso dal Club Scherma Bari che ha visto la partecipazione di circa cinquanta atleti provenienti da diversi club italiani e stranieri. Lo stage formativo si è avvalso della guida dei Maestri Andres Carrillo Ayala nella spada e Jesus Riano Torres nel fioretto con la collaborazione tecnico-organizzativa di Pasquale Capuano, schermidore pugliese attualmente in forza al London Fencing Club. Tra le Società rappresentate, oltre al Club Scherma Bari, altri tre club pugliesi (Club Scherma Lecce, Lame Azzurre Brindisi e Club Scherma Taranto), altri cinque provenienti da altre regioni (Scherma Corigliano, Club Scherma Cosenza, Club Scherma Alfa, Club Scherma Pescara e Circolo Schermistico Matera) ed una nutrita rappresentativa del London Fencing Club con atleti di nazionalità britannica, canadese, tedesca e brasiliana. La giornata conclusiva ha visto la disputa della prima edizione della Crystal Cup: i vincitori sono stati Jesus Riano Torres del Club Scherma Bari e Jessica Zhang del London Fencing Club nel fioretto, Andres Carrillo Ayala del Club Scherma Bari e Luisa Di Ciaula del Club Scherma Lecce nella spada. In fondo, sono pubblicate le classifiche finali delle quattro prove. Ai quattro vincitori sarà inviato un voucher del valore di 100 euro per l'acquisto di un biglietto aereo per Londra per partecipare alla seconda edizione della Crystal Cup. Il trofeo verrà custodito dal Club Scherma Bari ed inviato a Londra per la prossima edizione, che si svolgerà nel mese di giugno 2017: l’appuntamento è stato presentato in occasione della serata di gala tenutasi all'Hotel Palace di Bari alla presenza del Presidente Coni Puglia Elio Sannicandro, del Componente della Commissione di Garanzia Federale e della Commissione Disciplinare FIE Luigi Roca e del Delegato Provinciale di Bari Andrea Vernaleone. Una bellissima iniziativa che merita il plauso incondizionato del Presidente del Comitato Regionale Matteo Starace e dell’intero Consiglio, dimostrando una volta ancora la grande vitalità della scherma pugliese.

Classifiche finali crystal cup 2017

Read more
Iandolo alla Coppa del Mondo Coop Nord Est di Udine

Il panorama degli eventi schermistici del fine settimana ha visto anche la tappa italiana del Circuito di Coppa del Mondo Under 20: sulle pedane del PalBernes di Udine, siamo stati rappresentati nel fioretto da Francesco Pio Iandolo, quarantacinquesimo su 97 partecipanti. A fermarlo, col punteggio di 15-10, il francese Raphael Savin. Forza Francesco!

Read more
Aggiudicati i Titoli Regionali 2017

In occasione della seconda prova interregionale di qualificazione al Gran Premio Giovanissimi, sono stati assegnati a Foggia i titoli regionali. La gara, originariamente programmata per il Ponte dell’Epifania, fu tempestivamente rinviata dal nostro Comitato Regionale alle prime avvisaglie dell’ondata di maltempo che in quei giorni paralizzò le vie di comunicazione del centrosud. Le cifre in crescita rispetto alle preiscrizioni di gennaio (235 partecipanti alle gare agonistiche più 44 nelle prove promozionali riservate ad Esordienti e Prime Lame), con un +15%, attestano il buon momento della scherma pugliese e la saggezza della decisione presa a suo tempo di rinviare l’appuntamento del mese scorso. Questo il bilancio in breve: 5 titoli regionali per l’Accademia Re Manfredi (doppiette fioretto-spada per Ilaria Olivieri e Michele Pio Castrignano e per Francesca Gramazio nel fioretto), 4 del Club Scherma San Severo (tutti nella sciabola con Emanuele Nardella, Gaia Carafa, Martina Giancola e Sara Maggio), 3 in favore del Circolo Schermistico Dauno (Valerio Virgilio e Davide Cicchetti nella sciabola più Alessandro Minna nel fioretto) e 3 per per il Club Scherma Lecce (con gli spadisti Enrico Petrelli, Chiara Panzera e Liliana Verdesca), uno per Accademia Scherma Bari (col fiorettista Tomas Amato), uno al Circolo della Scherma Brindisi (Lara D’Agnano nel fioretto) ed uno al Club Scherma Bari (Lawrence Pascal Ferrandina nella spada): in fondo, sono visionabili i risultati completi suddivisi per arma. Inoltre, la manifestazione è stata arricchita da una prova promozionale pre-agonistica degli Esordienti e Prime lame. Nella sciabola maschile Emanuele Acquaviva (Scherma Trani), Francesco Chiavuzzo (Dauno Foggia), Antonio Ciccone (Club Scherma San Severo), Nicolò Ferrante (Scherma Trani), Pasquale Galano (Dauno Foggia), Gabriel Gelsomino (Scherma Trani), Riccardo Maestri (Dauno Foggia ), Zsolt Federic Rubano (Dauno Foggia), Artiom Sica (Dauno Foggia) Carlo Giuseppe Soldano (Scherma Trani); nella sciabola femminile Sophia Bucci (Club Scherma San Severo), Giulia Costantino (Dauno Foggia), Greta Ferri (Scherma Trani), Carlotta Laraia (Scherma Trani),  Sophia Renna (Club Scherma San Severo), Flavia Volpe (Scherma Trani); nel fioretto maschile Davide Annichiarico (Club Scherma Bari), Luca Dimattia (Accademia Scherma Re Manfredi), Adriano Falcone (Accademia Scherma Re Manfredi), Pietro Mastrolitto Gianni (Dauno Foggia), Augusto Romantini (Dauno Foggia), Orlando Trigiani (Dauno Foggia); nel fioretto femminile Aurora Maria Aprile (Circolo Della Scherma Brindisi), Federica Di Giorgio (Circolo Della Scherma Brindisi), Giorgia Forlenza (Club Scherma Bari), Sara Perrini (Accademia Scherma Bari), Veronica Potenza (Dauno Foggia), Giada Russi (Circolo Della Scherma Brindisi), Livia Scaringelli (Accademia Scherma Re Manfredi), Greta Spizzico (Club Scherma Bari); nella spada maschile Nicolo' Tommaso Cavalieri  (Lame Azzurre Brindisi), Raffaele Colaci (Lame Azzurre Brindisi), Matteo D'apolito (Accademia Scherma Re Manfredi), Carlo De Bartolmeis (Club Scherma Lecce), Filippo Ferri (Accademia Scherma Re Manfredi), Alessio Ingrosso (Club Scherma Lecce), Paolo Lanza (Lame Azzurre Brindisi), Cristian Matera (Lame Azzurre Brindisi); nella spada femminile Miriam Aprile (Virtus Scherma Salento), Miryea Dipresa (Lame Azzurre Brindisi), Aurora Ingrosso (Virtus Scherma Salento), Deva Pantaleo (Club Scherma Lecce), Alice Camilla Patarnello (Accademia Di Scherma Lecce), Carla Marie Rubino (Lame Azzurre Brindisi). Di seguito gli atleti premiati in ogni gara.

Read more
Master Busto Arsizio, i pugliesi in gara

Saranno 12, tutti del Circolo Schermistico Dauno, gli atleti pugliesi in gara a Busto Arsizio per la quarta tappa del Circuito Nazionale Master. Come da tradizione, a fare la parte del leone è la sciabola: cinque nelle varie categorie maschili, Luigi Salvatore Ciuffreda, Giuseppe Longo, Carlo Nicastro, Gaetano Palumbo e Luigi Piserchia; sei le sciabolatrici, Daniela De Pellegrino, Antonella Lepore, Gabriella Lo Muzio, Stefania Saponaro, Concetta Talamo ed Aurelia Anna Tranquillo (iscritta anche nel fioretto), oltre a Maria Grazia Lattanzio, sia nella spada che nel fioretto. Non mancheranno nostri tesserati in altre Società: nella sciabola Roberta Annicchiarico e Davide Nicassio (anche nel fioretto) del Club Scherma Torino; nella spada, Matteo Voto della Società del Giardino Milano: a tutti un grosso in bocca al lupo!

Read more
Bari, tutto pronto per Apulia Masterclass

Tutto pronto per Apulia Masterclass, il progetto ideato e perseguito dal Club Scherma Bari al fine di promuovere un confronto internazionale tra i partecipanti allo stage. Nato in collaborazione con Pasquale Capuano, schermisticamente formatosi presso la società organizzatrice ed attualmente in forza al London Fencing Club, ha fatto registrare numerose adesioni dall’Italia e dall’estero, in particolare da Gran Bretagna, Germania, Canada, Svizzera e Brasile. Il programma dettagliato prevede sabato mattina l’inizio delle attività di gruppo con esercizi generali poi, dopo la pausa pranzo, si prosegue sino alle 18.30, previa suddivisione in gruppi, lo svolgimento di appositi esercizi sotto la guida dei tecnici Pasquale Capuano, Andres Carrillo e Jesus Riano. In serata, con inizio alle 20.30, presso il ristorante panoramico dell’Hotel Palace è in programma il Fencing Gala alla presenza del Presidente del Comitato Regionale Puglia Matteo Starace, il componente della Commissione Disciplinare della FIE  e della Commissione Federale di Garanzia Luigi Roca, il Delegato Provinciale Andrea Vernaleone e l’Assessore allo sport del Comune di Bari Pietro Petruzzelli. La domenica sarà invece interamente dedicata alla Crystal Cup, trofeo satellite autorizzato di fioretto e spada, maschile e femminile, che si terrà sulle pedane del Club Scherma Bari: ai vincitori delle prove andrà un voucher valido per l'acquisto di un biglietto aereo per Londra, dove l’anno prossimo si terrà la seconda edizione della manifestazione. Sicuramente un ottimo incentivo alla pratica della scherma ed  alla concreta cooperazione internazionale in ambito sportivo - commenta Roberto Lippolis - specie in una congiuntura in cui si avverte davvero il bisogno di simili segnali costruttivi!

Read more
A Foggia nel week end si assegnano i titoli regionali under 14

La Seconda Prova Interregionale del Gran Premio Giovanissimi assegnerà anche i titoli regionali per gli atleti pugliesi. La gara, organizzata dal Circolo Schermistico Dauno, recupera la prova del 6 e 7 gennaio scorso, tempestivamente rinviata dal nostro Comitato Regionale, avvalendosi delle precise previsioni del Servizio Meteorologico locale che allertavano circa l’eccezionale ondata di maltempo. Saranno 235 i partecipanti alle prove agonistiche, compresi gli iscritti alle gare della pre-agonistica per Esordienti e Prime Lame, per un incremento del 15% rispetto ai partecipanti di gennaio. Nel dettaglio, avremo 90 fiorettisti, 82 spadisti, 63 sciabolatori, sia nel maschile che nel femminile; saranno 17 i club presenti: 13 pugliesi, 2 della lucania ed altrettanti dal Molise. Per la nostra regione, oltre all’attesa assegnazione dei titoli regionali, si attendono conferme dopo gli esaltanti risultati ottenuti in occasione della Prima prova disputata in novembre a Rende, quando i nostri si aggiudicarono 15 delle 18 gare in programma. Saranno impegnati in pedana atleti ai primissimi posti del ranking Under 14, come gli sciabolatori Davide Cicchetti del Circolo Schermistico Dauno ed Emanuele Nardella del Club Scherma San Severo (primi assoluti rispettivamente tra i Giovanissimi e fra gli Allievi), lo spadista Antonio Bottalico e la polivalente Ilaria Olivieri dell’Accademia Re Manfredi; ancora Chiara Panzera e Liliana Verdesca del Club Scherma Lecce nella spada, Gaia Carafa del Club Scherma San Severo e Mauro Angelilli della Scherma Trani nella sciabola. La giornata di sabato 18 febbraio sarà dedicata a sciabola e fioretto, domenica 19 sarà la volta della spada. In ogni caso sulle pedane di Via Carlo Baffi ci attende un grande spettacolo del nostro vivaio!

Read more
Martina Criscio, week end ateniese in Coppa del Mondo

Fine settimana internazionale per Martina Criscio che prenderà parte alla tappa in terra ellenica per il Circuito di Coppa del Mondo di sciabola, disputando sia la prova individuale – con circa 150 iscritte - che quella a squadre. Il programma prevede per venerdì 17 febbraio i gironi eliminatori ed il turno di qualificazione della diretta; sabato 18, il tabellone individuale entrerà nella fase decisiva; domenica 19 si disputerà la gara a squadre con Martina Criscio, selezionata dal Commissario d’Arma Giovanni Sirovich per difendere i colori azzurri, assieme a Rossella Gregorio, Loreta Gulotta ed Irene Vecchi. Nutrito il numero delle nazioni iscritte nel numero di ventuno. Nella delegazione vi è anche il maestro pugliese Tommaso Dentico; arbitro per l’Italia l’espertissimo Gigi Martillotti. In bocca al lupo a tutte!

Read more
Intervengono i Tecnici del Club Scherma Bari e della Società di Santeramo in Colle: storie incrociate

Parlateci dei vostri club …

Andres Carrillo “Il Club Scherma Bari ha attraversato molte vicissitudini: fondata nel 1985, ha chiuso i battenti nel 2002 con la scomparsa del Maestro Pietro Mastrapasqua, pilastro della scherma barese. Poi nel 2006 Roberto Lippolis ed Alessio Buono, due atleti provenienti dalla scuola del Maestro Mastrapasqua, hanno rilevato le ceneri di quella società riprendendo il percorso che era stato interrotto.  E proprio Alessio Buono ha rappresentato e rappresenta uno degli atleti più prolifici del Club Scherma Bari, iniziando con la vittoria del Gran Premio Giovanissimi nel 2002. Dal 2012 sono io il responsabile tecnico ed ho sposato immediatamente il progetto formativo della dirigenza. Ho trovato un ambiente stimolante dove gli atleti hanno la possibilità di imparare, approfondire ed allenarsi con serietà e serenità. Ad oggi abbiamo ottenuto diversi risultati di rilievo. Tra essi sicuramente emergono le promozioni della squadra di spada maschile fino a raggiungere la serie A2 ma anche molteplici piazzamenti nelle diverse categorie a livello individuale, sia in spada che in fioretto. Personalmente poi mi sono tolto alcune soddisfazioni: la vittoria della seconda prova di qualificazione nazionale di spada a Ravenna nel 2014 è stata la più eclatante ma sono molto contento anche del terzo posto alla Coppa Italia nazionale nella scorsa stagione, quando oltre alla mia qualificazione agli Assoluti di Roma si è aggiunta la soddisfazione di ottenere quella del nostro atleta Vito Capuano”
Rocco Di Fonzo “La Società Schermistica Santeramo è nata nel 1993 ad opera di appassionati di scherma, come l’allora presidente Angelo Silletti ed il sottoscritto: all’epoca avevo già avuto esperienze nelle sale dell’Accademia Nazionale di Napoli e presso il Club Scherma Bari con la presidenza Iacovazzi. Tra i risultati più importanti sono da ricordare i successi nel Trofeo Topolino col titolo italiano di Raffaele Giampetruzzi a Spotorno nel 1994 ed il secondo posto a squadre, alle spalle della Campania, ottenuto l’anno successivo a Palinuro, con una selezione pugliese composta da tre atleti di Santeramo. L’atleta di punta resta certamente Matilde Costantini, fiorettista quattro volte campionessa d’Italia nel Gran Premio Giovanissimi nonché azzurrina, e lo spadista Lillo Raffaele, azzurrino anche lui”.
Quali sono attualmente gli atleti più rappresentativi delle vostre Società? 
Carrillo “Non amo fare distinzioni perché ritengo che ognuno, dal più piccolo al più grande, dal più esperto al principiante, rappresenti degnamente i nostri colori. Ad oggi sono abbastanza soddisfatto del livello raggiunto da Alessio Buono e Vito Capuano negli Assoluti, bene anche tra i Cadetti Francesco Fiore nel fioretto e Filippo Scialanga nella spada. Ma c’è ancora tanto lavoro da compiere”

Di Fonzo “Al momento è Rosa Angiola”. 
Pregi e difetti della scherma pugliese? 
Carrillo “Ho avuto l’onore di far parte della squadra nazionale cubana di spada per 13 anni dove mi sono formato prima come atleta e poi come Maestro. La mia prima esperienza in una realtà schermistica in Italia è proprio questa barese. All’inizio mi sono affidato principalmente ai consigli del mio ex compagno di squadra, il Maestro Camilo Bory del Club Scherma Taranto, già presente da diversi anni sul territorio. Tuttavia mi sono dovuto subito scontrare con una differenza culturale tra la scherma a Cuba e quella che pratichiamo a Bari. Nel primo caso la scherma, ma vale per lo sport in generale, è vista come un motivo di riscatto sociale, un modo per poter varcare i confini dell’isola. Qui in Puglia, e dubito sia differente nel resto d’Italia, la scherma sembra un modo per far fare movimento ai bambini, per passatempo e socializzazione e solo raramente per perseguire reali obiettivi agonistici. Ormai consapevole di questo “difetto”, sto cercando di lavorare per cercare di accorciare le distanze che ci separano dalle altre società schermistiche, al fine di incrementare il confronto, essenziale per la crescita della nostra disciplina”
Di FonzoLa scherma pugliese ha solo il difetto che ogni società, compresa la mia, preferisce puntare su una sola arma, probabilmente per una questione di numeri e di possibilità”.

Read more

Partner

Chi è online

 68 visitatori online

Statistiche Sito

Utenti : 1
Contenuti : 911
Link web : 7
Tot. visite contenuti : 763683


Powered by Technology Factory. Designed by: Free Joomla Theme, top hosts. Valid XHTML and CSS.